SERLE: modifica luogo di stazionamento Ecomobile

A partire da domani, 26 febbraio, fino al mese di aprile compreso, il servizio Ecomobile sarà effettuato nel parcheggio antistante l’ingresso principale delle scuole elementari in via G. Marconi, invece che in Piazza Boifava,
a causa dei lavori di rifacimento dell’acquedotto e fognatura di via Roma.

Si ricorda che il servizio è effettuato il 2° martedì di ogni mese, dalle ore 13:30 alle 16:30.

NUOVO SERVIZIO PER LE UTENZE NON DOMESTICHE: ritiro a domicilio di oli vegetali e grassi animali

La SAE Valle Sabbia propone – alle utenze non domestiche – l’attivazione di un servizio gratuito di ritiro a domicilio degli oli vegetali e grassi animali.

L’obiettivo della società ha carattere ecologico: si vuole avviare a corretto riciclo la maggior parte dei rifiuti urbani e si vuole evitare la dispersione nell’ambiente di rifiuti urbani pericolosi.
Per questo è intenzione della Servizi Ambiente Energia Valle Sabbia attivare il servizio gratuito di ritiro a domicilio oli vegetali e grassi animali per le utenze non domestiche, oltre che mantenere la raccolta differenziata degli oli vegetali esausti presso i Centri di Raccolta.

È noto che lo sversamento degli oli vegetali esausti in fognatura, oltre che essere una “pratica” vietata, crei dei grossi danni ambientali. Nella fase di depurazione, infatti, tale rifiuto composto da sostanze “galleggianti” è difficilmente intercettabile e pertanto destinato in buona parte a finire nei nostri mari.

Con l’adesione al servizio gratuito proposto, le utenze non domestiche saranno sollevate da qualsiasi onere derivante dalla gestione di tale tipologia di rifiuto, in quanto trattasi di rifiuto assimilato ai rifiuti urbani.

Di seguito indichiamo sinteticamente le caratteristiche del servizio.

Ad adesione ricevuta verranno consegnati a titolo di noleggio gratuito le taniche per la raccolta dell’olio vegetale esausto, in quantità sufficiente a coprire la produzione media mensile. Ogni mese, negli orari di apertura indicati dalle singole UND, passerà un nostro incaricato dotato di idoneo automezzo per l’aspirazione dell’olio vegetale e grasso animale. Le taniche,ì dovranno essere esposte all’esterno dell’esercizio commerciale, posizionate al coperto ovvero in luogo interno raggiungibile senza l’utilizzo di scale.

Il servizio sarà attivato solamente nel caso di raggiungimento di un sufficiente numero di adesioni.

Per quanto sopra, se interessati alla proposta di attivazione del servizio a domicilio gratuito,  preghiamo di compilare il modulo online accessibile dal sito https://www.saevallesabbia.it/ cliccando sul pulsante “Questionario oli vegetali esausti” entro e non oltre il 15/03/2019.

IMBALLAGGI IN PLASTICA E LATTINE: SOLO NEI SACCHI GIALLI SAE VALLESABBIA

I rifiuti “Imballaggi in plastica e lattine” saranno raccolti esclusivamente se contenuti nei sacchi gialli con il logo SAE Valle Sabbia – Comunità Montana di Valle Sabbia.

La regola era chiara fin dall’inizio del servizio di SAE Vallesabbia: è necessario utilizzare i sacchi gialli semi-trasparenti con il logo SAE Valle Sabbia perché su di essi è stampato il codice utente personale dell’intestatario della bolletta TARI (Tassa Rifiuti).

Nei primi mesi di raccolta porta a porta di rifiuti, tuttavia, constatate le criticità ad adattarsi al nuovo sistema da parte della popolazione, si era deciso di non applicare in modo rigido questa regola. Gli operatori raccoglievano i rifiuti “Imballaggi in plastica e lattine” anche se non inseriti nei sacchi ufficiali, dopo aver verificato la qualità dei rifiuti conferiti.

A distanza ormai di quasi un anno dall’avvio del servizio porta a porta, è stato deciso di iniziare ad applicare in maniera rigida la regola: gli operatori non potranno più ritirare sacchi non conformi, che saranno segnalati con l’applicazione di un adesivo per avvisare l’utente dell’errore.

E’ importante ricordare a tutti i cittadini che la differenziazione corretta degli imballaggi in plastica trasforma questo rifiuto in una risorsa importante e diminuisce drasticamente l’inquinamento ambientale. Al fine di approfondire questo tema, a breve saranno organizzate iniziative itineranti sul territorio.

Le novità a partire da febbraio 2019

Anno nuovo… nuove abitudini, anche nella raccolta porta a porta dei rifiuti!

A partire dal mese di febbraio la gestione della raccolta porta a porta subirà alcune modifiche, adottate per migliorare il servizio e la logistica.
Innanzitutto, i rifiuti dovranno essere esposti non oltre le ore 4:00 del mattino del giorno di raccolta, mentre precedentemente era possibile esporli fino alle ore 6:00 (fa eccezione il Comune di Vallio Terme, per cui si rimanda alle istruzioni sul calendario cartaceo o sul nostro sito). E’ importante rispettare gli orari di esposizione! I percorsi di raccolta infatti possono subire variazioni di orario di settimana in settimana, in base all’organizzazione e l’ottimizzazione del servizio.

In alcuni Comuni inoltre si è deciso di cambiare i giorni di raccolta e le frequenze.
La variazione più importante riguarda il giorno dedicato alla raccolta vetro che interesserà la maggior parte dei Comuni.

I cittadini potranno verificare nel dettaglio le novità relative al proprio Comune sui calendari cartacei e sul sito internet www.differenzaincomune.it.

Ricordiamo che i calendari cartacei 2019 si possono ritirare presso il proprio Comune negli orari di apertura, ad eccezione degli abitanti di Vobarno che devono recarsi allo sportello My City Point, adiacente alla Biblioteca comunale di Vobarno, e degli abitanti di Gavardo che devono recarsi allo sportello di SAE Valle Sabbia in Piazza De Medici a Gavardo.

Dai primi giorni di febbraio, i cittadini potranno anche ritirare la fornitura annuale di sacchi per gli imballaggi in plastica e lattine, presentandosi in Comune con una bolletta TARI (tassa rifiuti) o con il codice fiscale dell’intestatario della tassa. Non è prevista invece la fornitura di sacchi per il conferimento dell’umido: per questo rifiuto infatti è sufficiente utilizzare sacchi di carta o di materiale biodegradabile e compostabile, come quelli utilizzati per la spesa al supermercato.

Il 2019 sarà all’insegna di traguardi ecologici con l’impegno e la collaborazione di tutti. Effettuare la differenziazione dei rifiuti, oltre ad essere un obbligo di legge, è segno di civiltà, di attenzione e rispetto per l’ambiente e per il paese in cui viviamo ed è importante perché riduce i rifiuti destinati agli impianti di smaltimento e li trasforma in nuova ricchezza per il nostro pianeta.

Nuovi orari per il CDR di Idro, Anfo, Capovalle e Treviso Bs

Si avvisano i cittadini che a partire da lunedì 19 novembre il Centro di Raccolta a Idro – in via Provinciale –
che serve  i Comuni di Idro, Anfo, Capovalle e Treviso Bresciano, avrà nuovi orari di apertura in vigore fino al 31 marzo 2019.

Per conoscere i nuovi orari si consulti la pagina del sito “Il tuo Comune” o l’App Riciclario,
oppure si acceda a questo link tabella orari IDRO

Con l’81% una raccolta rifiuti con lode in Vallesabbia!

Numeri, dati e volumi della raccolta differenziata nel 2018 presentati da Sae a tutti i Sindaci del progetto “Differenza in Comune”

NOZZA DI VESTONE – La Valle Sabbia ha vinto la sfida!

La raccolta differenziata nel bacino della Valle ha raggiunto la vetta dell’81%!

Ma non ci si ferma e si punta a crescere ulteriormente.

In sintesi è questo il messaggio emerso dall’incontro che la Comunità Montana, e la Società Ambiente Energia,

hanno avuto con tutti i 25 Sindaci della Valle, insieme a quello di Muscoline, ai quali sono stati presentati numeri,

tabelle, grafici, costi e ricavi del progetto “Differenza in Comune” che, con coraggio, tutti i Municipi hanno

abbracciato un anno e più fa.

“Siamo molto soddisfatti perché il raggiungimento dell’81%, che è stato possibile grazie ai cittadini valsabbini e ai 55

dipendenti, fissi e stagionali, di Sae, che hanno partecipato proattivamente a questo progetto per il benessere e la

salvaguardia del territorio con azioni concrete”, afferma Giovanmaria Flocchini, Presidente Comunità Montana

Valle Sabbia, aggiungendo: “Questo è però soltanto un punto di partenza poiché vogliamo continuare a crescere e

fare ulteriori passi. Ci sono situazioni che possono essere migliorate e su cui siamo già all’opera come ad esempio

l’esposizione dei contenitori, in taluni casi, fuori orario e non riempiti secondo il proprio regime, l’accesso a strade

disagiate, il miglior utilizzo dei centri di raccolta, oltre che una diversa e più funzionale gestione dei rifiuti

ingombranti che potrebbero essere smaltiti separando i materiali”.

Ecco nel dettaglio i numeri più significativi, e a volte curiosi, del risultato che il nuovo servizio di smaltimento rifiuti,

attivo dal febbraio scorso, ha totalizzato in questi primi mesi includendo stime di proiezione sino al 31 dicembre

prossimo, che prevedono un fatturato di € 6.000.000 e un bilancio che chiude sostanzialmente in pareggio.

Innanzitutto la composizione, in percentuale, dei rifiuti che vanno a smaltimento: il volume più importante è

rappresentato dall’indifferenziato (19%), seguito da verde (15%), organico (14%) e ingombranti (9%). Mentre in

termini di “costo” di smaltimento, i più cari sono stati: indifferenziato (36%), organico (24%) ed ingombranti (23%).

I rifuti hanno però anche un “valore” e quelli che generano più ricavi sono: plastica e lattine (€ 348.700), carta e

cartone (€ 200.968), metalli (€ 86.900) e imballaggi in vetro (€ 2.274), per un valore totale pari a circa € 639.000. Un

ottimo risultato quindi, nonostante la grave crisi del settore “vetro”, che ha annullato le stime previste di € 46.000,

portando sostanzialmente a zero il mercato del bene (nonostante sia cresciuta in volume la raccolta rispetto al 2017

da 2.096 a 2.265 tonnellate).

Sul fronte risparmi, rispetto al passato, particolarmente significativa è la riduzione del rifiuto indifferenziato che,

diminuendo in volume del 50% circa, ha portato il costo della raccolta da € 951.000 a “soli” € 500.000. In estrema

sintesi la raccolta porta a porta ha fatto diminuire i costi del servizio rispetto al 2017 del 10% in solamente un anno

di lavoro, mentre Sae punta a migliorare la qualità del servizio offerto.

 

Si torna al calendario invernale di raccolta dei rifiuti

Dal 1 Settembre la raccolta dei rifiuti porta a porta tornerà a seguire il calendario invernale in tutti i Comuni.
Per conoscere le nuove cadenze settimanali della raccolta, si possono consultare i calendari cartacei consegnati col kit iniziale, in dotazione a ogni utente, oppure si può scaricare il calendario settimanale invernale dalla pagina del “Tuo Comune” sul sito www.differenzaincomune.it .
Gli orari invernali saranno in vigore fino al 31 Maggio 2019.

NB: anche alcuni Centri di Raccolta dal 1 settembre modificano i loro orari di apertura. Verifica le variazioni nella pagina del “Tuo Comune” sul sito www.differenzaincomune.it

Nuovo centro di raccolta per Sabbio Chiese, Barghe e Provaglio Val Sabbia

Si avvisano i cittadini dei Comuni di Sabbio Chiese, Barghe e Provaglio Val Sabbia che, a partire da giovedì 26 luglio, è aperto e attivo il nuovo centro di raccolta, adiacente al centro provvisorio precedente, in Località Parone.
Gli orari di apertura rimangono invariati.

Le tipologie di rifiuti accettati dal centro sono aumentate, si potranno ora conferire:

  • Carta e Cartone
  • Imballaggi in plastica e Lattine
  • Imballaggi in vetro
  • Rifiuti ingombranti
  • Imballaggi misti
  • Verde e ramaglie
  • Scarti in legno
  • Macerie inerti
  • Metalli
  • Plastiche dure
  • Olio vegetale e minerale
  • Morchie di verniciatura e contenitori T/F
  • RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche)
  • Accumulatori in piombo
  • Toner

Si ricorda che – per quanto riguarda le frazioni di rifiuto raccolte anche tramite il servizio porta a porta – quest’ultima modalità di conferimento è preferibile.

Nuovo Centro di Raccolta per Villanuova sul Clisi

Si avvisano i cittadini del Comune di Villanuova sul Clisi che, a partire da lunedì 2 luglio, è aperto e attivo il nuovo centro di raccolta, adiacente al centro provvisorio precedente, in via Rossini.
Gli orari di apertura rimangono invariati.
Le tipologie di rifiuti accettati dal centro sono aumentate, si potranno ora conferire:

  • Carta e Cartone
  • Imballaggi in plastica e Lattine
  • Vetro in lastre
  • Rifiuti ingombranti
  • Imballaggi misti
  • Verde e ramaglie
  • Scarti in legno
  • Macerie inerti
  • Metalli
  • Plastiche dure
  • Olio vegetale e minerale
  • Morchie di verniciatura e contenitori T/F
  • RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche)
  • Accumulatori in piombo
  • Toner

Si ricorda che – per quanto riguarda le frazioni di rifiuto raccolte anche tramite il servizio porta a porta – quest’ultima modalità di conferimento è preferibile.